Dieci mesi a testa in giù, Agostino Zetti e Daniela Dedè raccontano la loro esperienza in Nuova Zelanda

Dieci mesi a testa in giù, Agostino Zetti e Daniela Dedè raccontano la loro esperienza in Nuova Zelanda

Appuntameto con i reportage di viaggio di Agostino Zetti e Danela Dedè sabato 27 agosto alle 21.30 nello spazio dibattiti della Festa dell’Unità di Ombrianello con Il mondo rovesciato. Ci raccontano loro di cosa si tratta:

Il viaggio nella “terra di mezzo” è un viaggio all’insegna dell’avventura nella natura incontaminata ma anche una occasione per conoscere un paese accogliente e sicuro. Per descrivere la Nuova Zelanda si possono usare tutti i superlativi a disposizione. E’ un paese di piccole dimensioni che racchiude tutte le più affascinanti bellezze naturali del nostro pianeta. E’ una occasione per conoscere la cultura Maori e le altre innumerevoli culture. Una delle maggiori componenti di questo mulculturalismo è rappresentata dal multilinguismo di questa giovane terra, un fenomeno che riflette la diversità etnica e sociale all’interno del Paese. Pur avendo una popolazione di soli 4,5 milioni di abitanti in Nuova Zelanda sono infatti utilizzate quotidianamente ben più di 160 tra lingue e dialetti diversi. Noi ci siamo stati tre volte per un totale di 10 mesi semplicemente perchè nostro figlio vive lì da ormai tre anni e ci ritorneremo ancora. Questo nostro documentario vuole essere un atto d’amore verso questa terra ed i suoi abitanti.

(Visited 42 times, 10 visits today)