La capitale del Granducato del Tortello e i suoi problemi di … sicurezza

La capitale del Granducato del Tortello e i suoi problemi di … sicurezza

Allora detto che se un gruppo di imbecilli eccitati – esaltati arriva a Crema di notte, per divertirsi e invece di vivere serenamente la nottata, questi esagitati, pensano bene di prendersela col mondo, beh capite che almeno in questa fattispecie, la sindaca Stefania Bonaldi poco c’azzecca, no?

Dite che il Capo Mastro del Granducato del Tortello dovrebbe promuovere incontri sulla sicurezza con i residenti di determinate zone cittadine per così dire a rischio tipo via Bramante, piazza Garibaldi, via Ponte della Crema, Ombriano e viale Repubblica. Ecco questo è un discorso diverso e in parte da approfondire, così come la polizia locale, vale a dire i vigili urbani, in questi quartieri o posti cosiddetti critici forse, anche per elevare contravvenzioni a chi parcheggia male, ecco dovrebbero assicurare una maggiore presenza.

Zone inoltre tipo i giardini di Porta Serio e il campo di Marte, e da queste pagine lo scriviamo da anni, così per vedere l’effetto che fa e, soprattutto per ritornare a essere parte integrante del tessuto urbano potrebbero ospitare periodicamente eventi, fiere, manifestazioni, appuntamenti sportivi – ricreativi e altre kermesse solitamente dirottate in altre mete cittadine.

A proposito, lo scorso weekend, tra piazza Garibaldi e piazzale Rimembranze, di notte c’è stato parecchio casino. Per carità caos che sarebbe bene non ci fosse mai, ma le forze (ben guidate e coordinate) dell’ordine (poche unità e costrette a lavorare in condizioni “particolari”), nella circostanza con puntuale professionalità hanno svolto (e stanno tuttora svolgendo) indagini mirate e precise. Ergo a loro va un plauso, soprattutto grazie al loro impegno quotidiano dovremmo ricordarci che, pur con qualche picco estremo, Crema magari non sarà tranquillissima come una volta, ma contestualizzando il discorso ai giorni nostri non è nemmeno un Bronx (occhio a chi smuove certe demagogie) dove urge il coprifuoco, che la verità, intanto beato chi … ce l’ha, del resto sovente sta nel mezzo. No?

Stefano Mauri

  

(Visited 130 times, 1 visits today)