Spino d’Adda aderisce a M’illumino di meno e detta dieci punti per il risparmio energetico

Spino d’Adda aderisce a M’illumino di meno e detta dieci punti per il risparmio energetico

Anche quest’anno il Comune di Spino d’Adda aderisce a M’illumino di meno, la Giornata italiana del risparmio energetico lanciata qualche anno fa dalla trasmissione radiofonica di Radio2 Caterpillar e oramai diventata evento nazionale. Quest’anno è in programma il 19 febbraio. Racconta il sindaco Paolo Riccaboni: “Tutti siamo inviati ad aderire al simbolico silenzio, in nome della sostenibilità. Come? Spegnendo. Spegnendo vie, aule, uffici, vetrine, abitazioni”.

Al silenzio energetico a Spino affiancano un programma in dieci punti:

  •    Spegnere le luci quando non servono;
  •    Spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici;
  •    Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria;
  •    Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola;
  •    Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre;
  •    Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria;
  •    Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne;
  •    Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni;
  •    Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni;
  •    Utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.
(Visited 19 times, 2 visits today)