Spino d’Adda, ancora polemiche sul costo dell’area cani le ragioni di Progetto per Spino

Spino d’Adda, ancora polemiche sul costo dell’area cani le ragioni di Progetto per Spino

– In consiglio comunale il sindaco Luigi Poli ha detto che è costata 12.839 euro; ora sulla pagina Facebook di Impegno per Spino si dice che è costata 35.000 euro. Chiediamo che almeno l’Amministrazione di Spino d’Adda si metta d’accordo sul costo invece di continuare a spararle grosse. In ogni caso, come sempre si fa, l’area cani, così come l’asfaltatura di via Delle Industrie (e di altre vie) e gli arredi al parco (e all’area cani) sono stati pagati con i fondi della lottizzazione Atu 14, 85.000 euro. Per scelta politica abbiamo deciso che quei fondi restassero sul quartiere dove la lottizzazione sta sorgendo, quindi in Cascina Rosa e così abbiamo fatto.

Quando diciamo a costo zero, come tutte le altre amministrazioni d’Italia, come anche l’Amministrazione Rancati o l’Amministrazione Tamagni, intendiamo che non sono stati usati fondi nelle casse del comune, ma denaro che per vincolo e scelta politica doveva essere usato per dare opere al paese. Noi, infatti, a differenza di poli, non abbiamo usato gli Oneri di Urbanizzazione e gli standard qualità per pagare la spesa corrente, ma sempre per dare opere aglio Spinesi.  Gli Spinesi, quindi, non hanno pagato area cani e Parco (Bonà), ma quelle opere sono per loro a costo zero, pagate dal privato che sta realizzando le case in via Fermi.

Ecco il nostro commento

Progetto per Spino

(Visited 38 times, 11 visits today)