Succurbacco, Franciacorta Docg Pas Dosè “Aligi Sassu”: lo spumante Majolini che è … Arte

Succurbacco, Franciacorta Docg Pas Dosè “Aligi Sassu”: lo spumante Majolini che è … Arte

E’ dagli anni Settanta, allorquando il fondatore Valentino lanciò l’avventura che i Majolini fanno vino in Franciacorta. E la sfida è stata ampiamente vinta. Ah … particolare non indifferente: le uve che compongono i Franciacorta Majolini maturano in vigneti, delimitati, “protetti” da boschi e sentieri nel comune di Ome, in un’insenatura franciacortina unica, protetta, fantastica per microclima e terroir, lontani dal continuo passaggio intenso di veicoli. Chapeau!

Lo spumante protagonista di questa settimana griffata Sussurbacco è una vera chicca che profuma d’arte (la cantina Majolini, gioiello dell’Italia del Fare è infatti sensibile a attenta verso iniziative artistiche – culturali – mondane di tendenza) e risponde al nome di Majolini Franciacorta Docg Pas Dosè “Aligi Sassu”, “Bolle d’Autore” dedicate appunto all’omonimo scultore amico di famiglia dei proprietari. Tra l’altro l’etichetta riporta la sua ultima scultura: “I cavalli innamorati”, ospitata proprio in azienda a Ome.

L’uvaggio di questo particolarissimo Franciacorta? Esclusivamente Chardonnay.

L’imbottigliamento? L’assemblaggio avviene in primavera ed è deciso da un’apposita commissione di esperti degustatori. L’affinamento? In bottiglia, a contatto coi lieviti per almeno 36 mesi.

I profumi?

Decisi, ampi con marcate note floreali riportanti a fiori bianchi. Il sapore? Avvolgente, pieno, persistente, affascinante.

Bollicina d’autore e artistica elegante, l’Aligi Sassu, degustare per credere, sa incantare senza stancare a tutto pasto, ma con pesci e carni bianche letteralmente si esalta. Volete iniziare un pasto alla grandissima? Bevete l’Aligi all’aperitivo.

Stefano Mauri

 

 

(Visited 20 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *