Sussurbacco, il Toscana Igt Solaia della Cantina Antinori, il Rosso che fa meditare e sognare

Sussurbacco, il Toscana Igt Solaia della Cantina Antinori, il Rosso che fa meditare e sognare

Nota a margine: l’inverno 2014 fu abbastanza mite. E questa caratteristica climatica portò a un anticipo del germogliamento di tutte le varietà viticole. La primavera? Tranquilla e asciutta con buonissima fioritura e allegagione delle piante.

L’estate? Instabile, strana e piovosa caratterizzata comunque da un settembre caldo e soleggiato. Così la raccolta fu calendarizzata con le seguenti modalità: il Cabernet Franc fu vendemmiato a fine settembre, il Sangiovese a inizio ottobre, il Cabernet Sauvignon tra il 9 e il 12 ottobre. E l’uvaggio di queste tre uve ha poi determinato il Toscana Igt Solaia, Rosso favoloso, della pluripremiata Cantina (iniziale maiuscola doveroso omaggio) Antinori: Chapeau!

Tale introduzione è fondamentale: questo stupefacente, fantastico, intrigante, sensazionale e stupendo vino (ottenuto da un vigneto di circa 20 ettari) è infatti prodotto esclusivamente in annate eccezionali.

Le note di degustazione?

Il colore è un rosso rubino molto, molto intenso con profumi riportanti a una densa, ricca concentrazione di frutti rossi e neri quali amarena, ciliegia, lampone, ribes nero, mirtillo e sottobosco i quali, uniti alle note aromatiche di vaniglia, pepe nero e liquirizia … sì formano un bouquet assolutamente unico, ampio, complesso, entusiasmante.

Ma è pur sempre in bocca che il Solaia … letteralmente esplode in un orgasmo di sapori eleganti, equilibrati, freschi e spiccatamente di carattere. Notevole la morbidezza, particolarissima la gradevole sensazione tannica. Il finale? Un’esplosione fruttata e speziata di ricercata eleganza e appassionata persistenza. Degustare per credere!

(Visited 40 times, 1 visits today)