Tess a bagnolo, sabato in scena la commedia 47 morto che parla

Tess a bagnolo, sabato in scena la commedia 47 morto che parla

Sono già oltre 500 gli spettatori che hanno applaudito e sancito il successo dell’ultima brillante commedia interpretata dagli attori di TESS, il teatro di esperienza sociale e solidale con sede al Galilei di Romanengo. Il gruppo torna in scena sabato 28 ottobre alle ore 21 sul palcoscenico del teatro parrocchiale don Bosco di Bagnolo Cremasco con “47 MORTO CHE PARLA” diretto da Fausto Lazzari.

Lo spettacolo, che rende omaggio a Ettore Petrolini e, in qualche modo, si lega anche al popolare film omonimo del 1950 diretto da Carlo Ludovico Bragaglia intrepretato da Totò, è il frutto di un adattamento scritto dallo stesso regista di TESS e costruito su misura per i suoi interpreti. Questa in breve è la trama degli accadimenti, che si strutturano con la formula pirandelliana del metateatro: siamo nel 1930, ambiente piccolo borghese, quando un certo Antonio Peletti, un originale personaggio dai tratti futuristi, scompare da casa per due anni, con una scusa analoga a chi esce un momento per andare a comprare le sigarette. E’ il momento del suo ritorno, quando la moglie Nannina decide di vendicarsi, facendosi aiutare da una compagnia di artisti di teatro amatoriale che frequentano il suo appartamento poiché stanno allestendo uno spettacolo ambientato in paradiso, in programma nel loro teatro parrocchiale di lì a poco.

Nanina farà credere al marito che è morto ed è finito in paradiso. L’atelier messo in piedi dalla presunta vedova, sarà quindi trasformato in paradiso con molti suoi personaggi, da san Pietro alla Madonna, in compagnia di un bell’angelo custode. La vivacità, il ritmo e l’originalità del testo che propone il teatro nel teatro, in cui gli attori recitano nel doppio ruolo di sè stessi e dei personaggi della commedia da mettere in scena, accompagnano il pubblico in un viaggio di due ore pieno di situazioni stravaganti e bizzarre, divertenti e incalzanti dall’inizio alla fine.

Sul palcoscenico, Alessandro Doldi interpreta il Peletti, Alessia Parolari è la moglie Nannina, Margherita Marizzoni veste i panni di Eulalia Finocchietti, la classica suocera invadente e acida, Simone Rota interpreta il doppio ruolo dell’amico speciale di Nannina e di san Pietro nel fittizio paradiso; Miriam Alblois è l’amica Giulietta che si traveste da angelo custode; Gianfranco Pandini è Rapa, l’artista buontenpone che sarà anche Tito, “trapassato” in Paradiso; Manuela Vitcu interpreta l’amica Rosina; Lorena Chitu, l’amica, Marcella, che si trasformerà in poliziotta nel finale; infine Ambra Zaniboni, pure lei amica di Nannina, che apparirà in paradiso nelle sembianze della Madonna. Anche i costumi sono originali e confezionati dal laboratorio di TESS, come le musiche a cura di Fausto Lazzari. La scenotecnica è realizzata in collaborazione con Poiesis di Francesco Rossetti.

(Visited 71 times, 15 visits today)