Chiusa la campagna fiscale 2017 dell’Mcl, ecco i risultati territoriali

Chiusa la campagna fiscale 2017 dell’Mcl, ecco i risultati territoriali

Alla fine della campagna fiscale MCL 2017 chiusa anche sul territorio proprio in questi giorni , e’ tempo di bilanci per le strutture dei servizi alla persona del movimento ; un tempo per verificare l’attività svolta dal nostro team di collaboratori dei centri di assistenza/raccolta fiscale – CAF MCL – e delle strutture di patronato – PATRONATO SIAS – dove siamo presenti e svolgiamo la nostra quotidiana azione di servizio alla gente che incontriamo ; si è avuta l’ulteriore conferma di come sempre più il movimento venga considerato e percepito come una realtà fortemente strutturata e di riferimento per il territorio di competenza e azione operativa – da Crema e da tutto il cremasco fino a Cremona passando per Lodi, San Colombano al Lambro , Spino d’Adda e tutta la zona della bassa bergamasca ancora in diocesi di Cremona – anche nel campo d’azione dei servizi alla persona, uno dei tre ambiti di sviluppo dell’associazione oltre a quello formativo sui temi fondanti il magistero della dottrina sociale cristiana e all’ambito aggregativo che si sviluppa attraverso la rete dei circoli sul territorio , luoghi aggregativi dove si genera e si diffonde cultura cristiana e si è attenti alle dinamiche caritativo-sociali delle comunità di riferimento .

Entrando nel dettaglio dei numeri di questo anno sociale, l’ MCL del territorio è riuscito a superare la soglia dei 6000 soci tesserati ( per il terzo anno di fila ) , notevole traguardo raggiunto grazie anche alla numerosa adesione associativa avuta nei circoli MCL delle comunità di riferimento, segno di presenza viva e attiva a partire proprio dalle realtà locali ; la campagna fiscale 2017, appena terminata ,ha visto elaborare, nelle strutture CAF MCL del territorio, complessivamente più di 8000 pratiche di dichiarazione fiscale ( mod . 730 )  prodotte per tramite la delega ad operare degli associati ;  tante sono inoltre le persone in difficoltà e le fasce deboli della popolazione – giovani , disoccupati , anziani , stranieri , immigrati – che quotidianamente continuano ad avvalersi delle nostre competenze attraverso le strutture di patronato o per tramite il team di consulenti professionisti che collaborano con il MCL  servite ogni giorno con lo stile cristiano di prossimità che caratterizza l’agire del movimento. L’attenzione ai giovani in riferimento all’approccio al mondo del lavoro è stata confermata anche attraverso lo sviluppo del servizio civile MCL che sta avendo e avrà impegnati per un anno giovani del territorio nelle nostre strutture per l’attuazione delle varie tematiche dei progetti e la bella esperienza dell’alternanza scuola lavoro fatta in collaborazione con gli istituti superiori del nostro territorio che , a rotazione e in vari periodi dell’anno,  ha visto e vedrà protagonisti gli studenti delle scuole direttamente operativi nell’approccio alle dinamiche del mondo del lavoro a contatto con la realtà della “famiglia MCL”.

 

“Siamo molto soddisfatti della conferma in radicalità e reputazione che ogni anno i numeri raggiunti di riflesso testimoniano – racconta il presidente MCL del territorio Michele Fusari – sempre orientati in un atteggiamento di spirito di servizio e con la voglia continua di migliorarsi e aggiornarsi nonostante i corpi intermedi vivano tempi non facili troppo spesso penalizzati da scelte di governo centrale non favorevoli e che non tengono adeguatamente conto di tutta la sussidiarietà che producono mediante la loro azione. Ciò non ci scoraggia perché siamo forti del rapporto quotidiano che abbiamo con le tantissime persone che continuano a sceglierci e che sanno di poter contare su di noi e sul nostro stile operativo. Ci fa anche molto piacere aver potuto continuare il processo di coinvolgimento fattivo e concreto di giovani del territorio che tramite il servizio civile o l’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro si affacciano – tramite il MCL – alla conoscenza del mondo del lavoro. A nome del comitato esecutivo dirigenziale voglio pubblicamente ringraziare tutti i collaboratori delle strutture operative che ci hanno permesso , con il loro costante impegno che non fanno mai mancare , di raggiungere questi risultati lusinghieri”

(Visited 78 times, 3 visits today)