Elena Sampellegrini e il Taba Factor sempre connesso, ammirato, discusso e …

Elena Sampellegrini e il Taba Factor sempre connesso, ammirato, discusso e …

Ammirata, discussa, invidiata, scomoda, applaudita: questo e tanto altro ancora è Elena Sampellegrini, frizzante imprenditrice cremasca (ramo cosmesi e Social Media Marketing) che, negli ultimi tre mesi, grazie al Social Network creato ad opera d’arte, impazza sul web.

Con tre Profili FB (uno personale “Elena Taba” e due aziendali “Taba Factory” e “Taba Cosmetic Milano) un Canale YouTube “Taba Factory”, un seguitissimo Blog gestito personalmente (www.tabafactory.com) e un sito internet con lo shop online www.hashtagnext.it è, letteralmente, sempre connessa.

Con lei abbiamo scambiato due chiacchere.

Quindi sei anche tu attrice protagonista della cosiddetta Cosmetic Valley Cremasca?

E’ inevitabilmente, quello cosmetico e del suo indotto, il settore della microeconomia locale che attualmente funziona meglio ed io opero in questo campo. Ma non è stato facile entrare prima e diventare poi parte integrante e alcune volte ingombrante della cosmetica nostrana. Ho bussato a tante porte in passato, nessuno mi ha aperto, o meglio, solo una persona mi ha dato fiducia, ma adesso praticamente viaggio da sola e ne sono molto orgogliosa, nonostante le difficoltà che questo comporta.

E usi continuativamente le nuove tecnologie…

Fino a qualche mese fa a malapena sapevo usare il telefonino, poi, colui che ha riportato il sole nella mia vita, vale a dire il mio compagno Mauro Galuzzi, mi ha regalato un I Phone, un Tablet ed un Mac ed ho fatto della Comunicazione la mia Mission imprenditoriale, comprendendo la forza di questo strumento e sfruttando le mie innate doti oratorie.

Per quanto riguarda la cosmesi ti occupi di packaging?

Non solo, per molti prodotti anche di Full Service… come nel caso del nostro Best Seller #next, un Lip Balm (burro cacao, ndr) rivolto sia al pubblico maschile sia femminile che in pochi mesi sta diventando un vero e proprio Status Symbol. Amo sempre ricordare che #next è 100% Made in Italy 100% Made with Passion poiché da Pandino, con amore, ci occupiamo interamente di tutto: design, strategia marketing, produzione pack, formulazioni, riempimento, promozione e creazione rete vendita.

E tanti vip, tra i quali Fabrizio Corona fanno da testimonial al prodotto.

Conobbi Corona anni fa in un periodo cupo della mia vita e in mezzo a vari episodi poco piacevoli ed è subito stata sintonia. Fabrizio, ragazzo molto controverso ma con un’intelligenza sopraffina e con spiccate doti imprenditoriali, è il nostro Brand Ambassador della linea SIPUEDE by #next Lip Balm, e con lui molti altri personaggi famosi, penso a Giorgio Rocca che è il nostro Testimonial della versione #next SKI, stiamo creando una vera e propria Community. Avendo l’opportunità di interagire molto spesso con Fabrizio ed avendo lui apprezzato le mie doti, sono stata scelta come sua portavoce negli Eventi pubblici in quanto a causa delle restrizioni giudiziarie a cui è sottoposto non può rilasciare dichiarazioni ufficiali.

Sei inoltre sempre in giro per il mondo alla ricerca di nuovi mercati?

Sempre. Del resto per trovare business internazionali occorre muoversi. In un contesto economico difficile come quello italiano di oggi, nessuno può permettersi di attendere che sia il Cliente a bussare la porta. Occorre al contrario, ingegnarsi per trovare mercati inesplorati, prodotti unici e performanti ed una accattivante strategia di vendita servita a domicilio prendendo una decina di aerei al mese. Dirò di più, il mio successo in Italia è l’onda di ritorno di quello ottenuto all’estero! Sembra un paradosso ma a volte i contesti locali non aiutano ed è più semplice trionfare lontano per poi tornare Profeti in patria.

Qualcuno dice che millanti e mentre giri il mondo e vai per feste, i tuoi operai non attraversano un buon momento economico.

Gli operai e collaboratori che attualmente mi sono accanto potranno confermare che i problemi del passato ormai sono nella maggior parte risolti. L’Azienda che ho ereditato 5 anni fa in condizioni a dir poco disastrose è stata posta in fallimento, ci penseranno gli organi della procedura ad occuparsene. Non nego che i problemi economici ci siano stati e tuttora persistano…del resto è proprio per questo che mi sto impegnando così seriamente! Approfitto dell’opportunità che il vostro giornale online mi riserva per ribadire che, nonostante la crisi internazionale, la restrizione del credito, gli obblighi verso lo Stato e le inenarrabili lotte “interne”, con la mia nuova squadra vincente e il supporto del mio compagno, sono stata in grado di superare ogni attacco e creare nuovo tessuto imprenditoriale laddove i consulenti invitavano ad abbandonare e i nemici cercavano di distruggere. Questo è il #tabafactor. Tenacia, coraggio, passione e grande determinazione al successo per sete di riscatto.

Il Taba Factor è un tormentone sui social e sui nuovi media…

Vero. E la cosa mi lusinga. Nell’ultima lettera che mio padre scrisse, egli mi chiese di allontanare coloro che avevano nuociuto e portare avanti il nome di Taba. E’ in nome suo che ho conservato per ogni Azienda creata negli anni il nome Taba, anteposto ad altro. E mi piace pensare che mio padre in fondo non mi abbia lasciato un’eredità pesante ma la capacità di coltivare il Talento, il Battito, il #Tabafactor.

Stefano Mauri

 

(Visited 1.038 times, 222 visits today)