Sussurbacco, Al Làdar Riserva Montesissa che sorprende l’olfatto, incanta col suo gusto unico

Sussurbacco, Al Làdar Riserva Montesissa che sorprende l’olfatto, incanta col suo gusto unico

Al Làdar Riserva Bosco del Sole, anche grazie appunto al suo nome particolare, intrigante è davvero un vino molto interessante. Del resto l’azienda vitivinicola Montesissa, Eccellenza dell’Oltrepò Emiliano da esportazione, in quest’ultimo periodo, grazie a un duro lavoro di ricerca e selezione in vigna è ormai diventata un punto di riferimento prezioso per quanti apprezzano l’enologia italica di qualità. Ottenuto da uve Bonarda in purezza, questo bel vino presenta un colore rosso rubino intenso dai riflessi violacei e si distingue, all’olfatto, per le spiccate e potenti sensazioni floreali e fruttate che emana. Sono profumi questi marcati e forti che portano a note di viola, prugna, frutti di bosco, ciliegia, confetture rosse dolci, chiodi di garofano, cannella e pepe nero.

Insomma, al naso il bouquet è semplicemente straordinario. Consistente nel gusto ed equilibrato tra acidità, tannicità e morbidezze, il finale regala note di vaniglia e udite, udite, menta gentile e graziosa. Vinificato a temperature controllate, mantenuto in contatto con le bucce per preservare l’integrità del frutto, questo vino prosegue l’affinamento in carati nuovi da 225 litri per otto – dodici mesi, per poi maturare definitivamente in bottiglia per qualche mese.

Servito in tavola tra i 18 – 20°, al Làdar si abbina benissimo a primi piatti ricchi di gusto conditi con sughi a base di carne, nonché con bolliti. Al Làadar Riserva comunque è ottimo come vino da meditazione.

Stefano Mauri

(Visited 52 times, 29 visits today)