Sussurbacco, quell’accento bresciano che tanto giova all’Impostino dell’omonima tenuta toscana

Sussurbacco, quell’accento bresciano che tanto giova all’Impostino dell’omonima tenuta toscana

L’Impostino Montecucco Rosso Doc, ottenuto da uve Sangiovese, Merlot, Syrah e Petit Verdot, ecco è un Rosso (iniziale maiuscola doveroso omaggio) fuori dai consueti schemi tradizionali e stereotipati che, sì, semplicemente sa emozionare e aprire scenari che illuminano.

Merito della bresciana Patrizia Chiari, illuminata Donna del Vino Italica di origini bresciane che, ecco … giunta da quelle parti del grossetano toscano per fare vini anni fa, alle locali filosofie enologiche, per carità storiche, valide e ottime, frizzante ha portato un pochino di sano, costruttivo, pragmatico, moderno Made in Brescia e … sì le bottiglie ottenute nella Tenuta l’Impostino (www.tenutaimpostino.it – Civitella Paganico, Grosseto), avanguardistiche nel rispetto comunque della tradizione, incantano senza stancare. Chapeau e degustare per credere! Ah, pure l’imprenditore creativo Ruben Tomella, creativo Ceo di Gagà Milano (orologi d’autore e gioielli che fanno tendenza in tutto il globo terrestre) conosce la cantina d’autore l’Impostino; e la apprezza.

Il colore di questo vino? Rosso rubino intenso. I profumi? Frutti maturi di polpa rossa (ciliegia e mora) spiccano su tutti e tutto parallelamente a note di confettura.

Cosa abbinare a questo gioiello dell’agricoltura tosco bresciana rivista in chiave post romantica?

Salumi importanti, formaggi stagionati, pappardelle al cinghiale o al capriolo, la Carbonara (osare può sorprendere), il cotechino, carni arrosto, agnello e coniglio alla cacciatora si esaltano col Montecucco Rosso Doc Impostino, vino che squarcia ed emoziona bevuto pure così, da solo!

Stefano Mauri

 

(Visited 59 times, 14 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.