Sussurbacco, Sogno Igt Lazio cantina Sant’Andrea, il Rosso laziale che fa sognare come il mare

Sussurbacco, Sogno Igt Lazio cantina Sant’Andrea, il Rosso laziale che fa sognare come il mare

Recentemente, amici, o meglio, persone spettacolari quali Stefano Usini, Enzino Fanelli, Ugo Cervi, Roberta Valerani e Ilenia Malgarini, durante una stupenda vacanza nel Circeo, là dove la terra profuma di sole, vento, lago, storia e mare, beh, tra le tante (belle) cose mi hanno fatto riscoprire il vino, griffato dalla cantina Sant’Andrea, Sogno Igt Lazio Rosso, nettare affascinante ottenuto da uve Merlot e Cisanese. E … ecco, sì il Sogno, nome azzeccatissimo, decisamente è un Rosso (iniziale maiuscola quale omaggio tanto meritato, quanto doveroso) in grado di far sognare e soprattutto emozionare attraverso un colore rosso cupo, ma a tratti sensualintrigante, profumi complessi, variegati e naturalmente eleganti che portano a sentori di frutta matura, marasca, frutti di bosco, note speziate, avvolgenti, intrise di vaniglia.

Ma è in bocca che questo gioiello firmato Sant’Andrea, azienda eccellente dell’Italia che piace e lavora, stupisce, sorprende, rapisce, conquista con una struttura magnifica, un’armonia sorprendente, tannini morbidi e persistenza stupefacente. Rosso superlativo d’autore, il Sogno accompagna piatti a base di carne, con una bella grigliata ad esempio può commuovere, ma anche con la selvaggina (il cinghiale per gradire) o un arrosto cremonese ci sta. Volete sperimentare abbinamenti per così dire audaci? “Sposatelo” a una bella pastasciutta al ragù (carne e salsiccia) con una spruzzatina a piacere, quanto basta, di pecorino e … godetene.

Stefano Mauri

 

(Visited 49 times, 4 visits today)