Sussurbacco, il sorprendente Giomè Maiolo del Garda, splendidamente Made in Cà Maiol

Sussurbacco, il sorprendente Giomè Maiolo del Garda, splendidamente Made in Cà Maiol

Giomelle nell’antica Roma significava unione di due cose. Così, Giomè, ennesimo gioiello enologico griffato dalla cantina gardesana bresciana Cà Maiol, significa essenzialmente … unire due vitigni dell’entroterra lacustre gardesano: Merlot e Cabernet Sauvignon. Queste due uve poi affinano per sei mesi in barrique (separate) controllate attraverso attente degustazioni direttamente dalla botte; metodo indispensabile questo per … determinare il punto di massima maturazione e d’espressione del vino in oggetto.

Solo allora, quindi una volta raggiunta la maturità ad hoc, i contenuti delle botti vengono uniti per creare, in modo stupendamente complementare, un assemblaggio superlativo, stupefacente e sorprendente che, appunto, dà vita al Giomè, rosso di corpo medio dai sentori equilibratissimi di legno che meriterebbe maggior attenzione. Degustare per credere!

Ergo, ottenuto da Garda Merlot e Garda Cabernet, il Benaco Bresciano Rosso Igp, senza fronzoli, artifizi e fuochi fatui, semplicemente è un vino onesto, buono, magistralmente in grado di accompagnare carni rossi in tegame o alla griglia, con la selvaggina splende, con le polpette della mamma e della nonna, magari insieme a un delizioso sughetto pomodoro e piselli, beh letteralmente è da orgasmo. Ma provatelo, senza pregiudizi e atteggiamenti altezzosi, ma con la voglia di sperimentare e provare vini lombardi che, a modo loro, in maniera autentica … esprimono quello che è il loro territorio.

Al naso il Giomè Maiolo ha sensazioni di frutti di bosco, tabacco e spezie. In bocca? Provatelo, che aspettate a … osare?  E poi dite e fate le vostra.

Stefano Mauri

(Visited 97 times, 25 visits today)