Un tuffo nella solidarietà: i medicinali made in Galilei per il Madagascar

Un tuffo nella solidarietà: i medicinali made in Galilei per il Madagascar
Quando dovere e piacere si fondono insieme: alternanza scuola/lavoro con la collaborazione della Farmacia “Bruttomesso” per produrre aiuti umanitari. La nuova riforma dl Governo Italiano ha introdotto nel programma scolastico, per gli studenti della terza superiore in poi, attività di alternanza scuola- lavoro, svolgendo ore con le quali si viene ammessi all’esame di Stato: non si raggiunge solo la maturità scolastica ma anche un approccio consapevole al mondo del lavoro.
L’IIS Galilei, grazie alla preziosa collaborazione della Farmacia “Bruttomesso” che ha fornito il personale, la maggior parte delle materie prime e alcune attrezzature, ha promosso il progetto “AMAdagascar”, coinvolgendo una ventina di studenti prevalentemente delle classi quarte dell’indirizzo di Chimica e Biotecnologie.
Gli studenti partecipanti (Della Torre Riccardo,Ginelli Laura, Ogliari Riccardo, Maatoug Sabrin, Piloni Anna,Taffettani Mattia: 4CA, Bruni Benedetta, Cavalli Laura, Grassi Andrea, Guercilena Kevin Mosconi Keivn, Tacchini Elena: 4CB, Aiello Asja, Bellandi Riccardo,El Maleky Oumaymha,n Salati Ilaria, Sonzogni Linda: 4BA , Conte Elisabetta, Fassina Gaia, Pantaleoni Sofia, Parmigiani Rebecca, Scorsetti Gloria: 4SA, Locatelli Camilla, Freri Enrico: 3CA) si sono distinti, non solo per nell’entusiasmo nell’intraprendere un’attività così innovativa, ma anche per l’interesse rivolto a contribuire ad un obiettivo davvero gratificante.
“AMAdagascar” comprende 120 ore lavorative, distribuite tra la fine del primo quadrimestre e il secondo, dirette dal responsabile del laboratorio galenico della Farmacia ” Bruttomesso”, Davide Vitali, e della professoressa Giovanna Benelli.
Lo scopo di tale collaborazione prevede la produzione di formulazioni galeniche destinate alle popolazioni del Madagascar supportate, inoltre, dall’ONLUS “L’Altro Futuro”. A luglio partirà un gruppo di docenti volontari guidati dal Dott. Davide Vitali con l’obiettivo di portare direttamente sul campo ciò che si è prodotto a scuola.
Se da una parte mare e spiagge splendono di ricchezze naturali, nelle città e nei villaggi malgasci la povertà non manca: la presenza “dell’uomo bianco” che ha sfruttato il territorio per i suoi loschi fini ha aumentato la miseria. Strade infangate, calpestate da piedi nudi e affaticati hanno condotte ad una visione triste della vita, senza speranza, riflessa persino negli occhi dei bimbi più piccoli.
La produzione dei medicinali è servita a fare piccoli passi avanti per migliorare la loro vita. Gli studenti non si sono solo occupati degli antipiretici, antinfiammatori e integratori, ma sono stati coinvolti dalla passione trasmessa dal Dottor Vitali che li ha invitati a seguirlo nello Stato Africano per la prossima estate. I ragazzi e le ragazze con questa attività hanno acquisito competenze e maturità, imparando a non dare nulla per scontato, perché una semplice influenza può trasformarsi in una trappola mortale, perche la salute non sempre è destinata a tutti.
(Visited 102 times, 11 visits today)