L’outing politico del Ragionier Macalli pro Berlusconi su SportItalia e non solo

L’outing politico del Ragionier Macalli pro Berlusconi su SportItalia e non solo

Il Ragioniere del Pallone d’Italia, vale a dire l’ex presidentissimo della Lega Pro Mario Macalli, lunedì scorso, nel corso di una trasmissione televisiva per cui fa l’opinionista periodico, inserita nel palinsesto di SportItalia, vale a dire nella “redazione” di quel bel volpino (persona preparata, qualificata e dinamica) del giornalista (ammirato, odiato, applaudito, contestato, temuto) Michele Criscitiello, politicamente e geograficamente parlando, pubblicamente ha fatto outing.

In che senso? Beh interpellato ad hoc sull’attualità societaria del Milan, il “cannibale” (ha la Pergolettese nel suo Dna e ne rilevò i marchi) Macalli, più o meno ha risposto così: Sono milanese essendo nato a Milano e nella recente campagna acquisti rossonera chi ci ha messo i soldi è Silvio Berlusconi, grande imprenditore, grande politico e quindi grande uomo di calcio”.

Sono quindi due le “ammissioni”, dirette o indirette che dir si voglia, del signor Mario Macalli. Una geografica poiché, pur definitosi e considerato cremasco, è tornato a specificare, a viva voce, la sua storica milanesità. La seconda è politica in quanto, appunto in diretta tv, senza tanti giri di parole ha speso parole d’ammirazione per quanto ha fatto il Berlusconi politico.

Intelligente, acuto, pungente, mai banale, lascia sempre il segno Macalli alla corte televisiva del buon Criscitiello e lo fa parlando della sua materia preferita: il football. E del resto, quando interagisce coi mass media, l’ex vicepresidente federale, da anni un guizzo lo lascia comunque. Memorabile, anni fa (estate 1999), una sua intervista concessa (e rilanciata all’epoca dal quotidiano Il Giorno dal mitico Tato Crotti, ndr) al settimanale (manca assai nel Granducato del Tortello un periodico simile) L’Opinione del Cremasco. Cosa disse, parlando dell’allora Cremapergo dei (mitici) fratelli Luigi e Sergio Bianchi, in quell’occasione colui che, recentemente ha definito (sul quotidiano La Provincia, ndr) “Crema Città Europea per lo Sport 2016” una carnevalata? Leggete un poco: <Crema è la città dei blue jeans. Solo io se voglio posso salvare il Pergo>.

Stefano Mauri

(Visited 48 times, 11 visits today)